La saga di Harry Potter è sopravvalutata?

In Quor di Hagar by Hagar Lane

DOMANDA: Credo che la saga (letteraria) di Harry Potter sia molto sopravvalutata. Sbaglio?

Quando ho letto il primo libro della saga di Harry Potter ho pensato che il mondo delle case editrici fosse allo sbando. La fluidità e ricchezza di scrittura, unite a una fantasia strepitosa della Rowling, sono talmente evidenti che solo uno stolto non le noterebbe. Pensa che una delle tantissime risposte di rifiuto che ricevette diceva una cosa del tipo: “Se nessuno ha mai scritto le avventure di un maghetto prima di lei è perché evidentemente la gente non vuol leggere queste cose”.

Nel tempo ho capito che gli editori seguono le mode, ecco perché a “50 Sfumature di grigio, rosso e verdone”, come lo chiamo io, sono seguiti centinaia di romanzi erotici con punte sadomaso, ad esempio, e non a caso abbiamo le reti televisive zeppe ormai solo di commissari e ispettori.

Tempo fa ascoltai l’audiolibro “Harry Potter e la pietra filosofale”, ed è stato uno dei libri più belli che abbia mai ascoltato, dotato di una ricchezza di sfumature impressionante.

La Rowling, a mio avviso, ha creato un mondo nuovo scolpendo le parole ad una ad una, fino a farcelo percepire come reale, quindi quella donna merita a piene mani tutto il successo che ha avuto.