Colazione alla Hagar

In La Torre: Nutrizione, Liber Novus by Hagar Lane

E mentre si avvicina l’1 Settembre, data nella quale il mio saggio entrerà anche nella fase esperienziale, continuo a creare la mia idea di stile alimentare, dove la nutrizionista sono io. Oggi parliamo di colazione, che io da un mese ormai faccio così:

COLAZIONE N.1

  1. Una tazza di tè in foglia (nero o verde) o di latte scremato, senza lattosio e con 0% di grassi (Zymil verde o Accadì verde) con caffè. Non digerisco più il latte normale, e in più trovo che quello senza lattosio sia molto più buono di quello con lattosio (il lattosio c’è in entrambi, ma il sapore è diverso).
  2. Due fette biscottate integrali (o 40 gr. di pane integrale) con marmellata biologica contenente almeno il 75% di frutta per ogni 100 gr. di prodotto. Lo zucchero aggiunto dev’essere vero zucchero di canna, anch’esso biologico, e non zucchero raffinato, oppure succo d’uva. Questo è un esempio di quella che ho appena comprato e che aprirò domani. È calabrese e buonissima, mentre la precedente era siciliana, ma va bene anche se è della Valle d’Aosta, purché totalmente biologica e con almeno il 75% di frutta.
  3. Un quadratino di vero cioccolato. Significa un quadratino di cioccolato organico, biologico e con almeno il 71% di cacao, come questo, peruviano, che si chiama 8 (Otto). Non senti che si scioglie in bocca perché non è un ammasso di burro di cacao, e non senti i cristalli di zucchero perché è vero cioccolato e non una tavoletta di zucchero colorato spacciata per cioccolato. Il sapore è totalmente diverso, insomma, da quello che mangiavo prima e che del cioccolato aveva solo il nome. Quando finirò questa tavoletta ne comprerò una l’80% di cacao e man mano passo a quello al 100% di cacao (organico e biologico). Dopo aver mangiato un quadratino di questo cioccolato, non avrai voglia di mangiare tutta la tavoletta, perché i veri alimenti NON sono droghe, quindi non generano comportamenti compulsivi e dipendenze. Gli zuccheri sono droghe, invece, generano dipendenza e fame compulsiva. Il 90% del cioccolato in vendita è fatto quasi tutto di zucchero, che è infatti il primo ingrediente in elenco, perché quello maggiormente presente. Il finto cioccolato, quello che tutti noi siamo stati abituati a mangiare, genera dipendenza e insoddisfazione, perché scatta il bisogno di mangiare tutta la tavoletta, mentre il vero cioccolato non genera dipendenza e da godimento anche con poco, come tutti i cibi veri fanno.
  4. Un caffè

COLAZIONE N.2

  1. Un vasetto di yogurt bianco, senza lattosio, senza zucchero e 0% di grassi, tipo questo che sto prendendo in questi giorni, ma va bene qualsiasi marca, ovviamente.
  2. Nello yogurt metto mezzo cucchiaino di Semi di Chia, due cucchiaini di Semi Vari (zucca, girasole, lino), un cucchiaino di marmellata biologica e una manciatina (saranno 10 gr.) di corn flakes ai frutti rossi.
  3. Un caffè

COLAZIONE N.3

  1. Porridge alla Hagar, del quale ho scritto la ricetta QUI, fatto con fiocchi di avena biologici, latte scremato senza lattosio e senza grasso, un frutto fresco qualsiasi (una peretta, una susina, una prugna o ciò che vuoi), un cucchiaino raso di miele biologico di castagne e cannella grattugiata.
  2. Un caffè

Queste tre colazioni sono diversissime da quelle che facevo prima. Vediamo cosa entra e cosa esce nel mio stile alimentare con riferimento alla colazione.

 

COSA ENTRA

  1. Prodotti biologici (miele, marmellata, cioccolato, semi)
  2. Miele. I dietologi lo vietano, e invece è l’alimento più straordinario che esiste in natura. È un antibiotico naturale creato dagli esseri sui quali si regge il pianeta: le api.
  3. Semi (oli/grassi buoni): semi di chia, di zucca, di girasole e di lino
  4. Farine integrali (pane, fette biscottate)
  5. Yogurt bianco (il vero yogurt)
  6. Dolcificanti naturali: della frutta, del miele, della marmellata, o anche niente
  7. Alimenti veri e di alta qualità: cioccolato vero, yogurt vero, marmellata vera, tè e camomilla veri.
  8. Frutta di stagione

COSA ESCE

  1. Farine bianche: pane e fette biscottare non integrali, pane a fette (pieni di zuccheri raffinati)
  2. Zucchero (anche di canna, biologico)
  3. Marmellate con meno del 75% di frutta (piene di zuccheri raffinati).
  4. Finto cioccolato (pieno di zuccheri raffinati)
  5. Latte parzialmente scremato con grasso maggiore dello 0%
  6. Yogurt alla frutta (pieno di zuccheri raffinati).
  7. Finto tè (quello nelle bustine) e finta camomilla
  8. Biscotti (pieni di zuccheri raffinati).